PRINCIPI ISPIRATORI DELLA LOTTA CIVILE CONTRO I PFAS | il Convegno Transdisciplinare al Palazzo del BO (Centro Diritti Umani UNI PD) e l’intervento presso RAINBOW WARRIOR GREENPEACE a Venezia

Venerdì 20 maggio, presso l’Aula Nievo, Palazzo del Bo, Università di Padova, l’attivista Alberto Peruffo e il Prof. Roberto De Vogli sono intervenuti all’importante convegno «Diritti umani, PFAS e salute: un tema transdisciplinare. Riflessioni».


Il tema dei composti perfluoralchilici (PFAS), conosciuti per il loro effetto negativo sull’ambiente e sulla salute, è stato trattato in modo transdisciplinare e secondo la prospettiva dei diritti umani. La conferenza è stata aperta dalle autorità dell’Università di Padova: Monica Fedeli, Prorettrice alla Terza missione e rapporti con il territorio; Gabriella Salviulo, Direttrice del Centro di Ateneo per i Diritti Umani “Antonio Papisca”; Marco Mascia, Cattedra UNESCO Diritti Umani, Democrazia e Pace.

Dopo la “Keynote speech” di Marcos Orellana (Commissariato ONU) – che ha sottolineato la violazione dei diritti umani alle comunità locali – da ascoltare gli approfondimenti dei relatori, in particolare l’intervento sulla prevenzione negata del Prof. Roberto De Vogli (con un passaggio sulla “psicologia della deferenza collettiva”) e il contraddittorio sugli aspetti chimici (omesse le matrici diverse dall’acqua), i suggerimenti sulla geografia contaminata di prossimità (non solo Valle dell’Agno, ma anche Valle dell’Onte) e le conclusioni di Alberto Peruffo, su strategie e principi ispiratori della lotta no pfas, caso studio di “cittadinanza attiva” divenuto di interesse internazionale.

Qui l’articolo de IL BO LIVE >> https://ilbolive.unipd.it/…/pfas-veneto-orellana..

Di seguito il video della conferenza, con tutti gli interventi.

Riportiamo sotto il PDF con le slide sulla Prevenzione Primaria (informazione) e sui Principi Ispiratori la Lotta Civile contro i PFAS, illustrati durante la conferenza da Alberto Peruffo.

+++

Gli stessi principi sono stati riportati qualche giorno prima a Venezia, il 12 maggio, presso le Zattere dove era ormeggiata la “mitica” Rainbow Warrior di Greenpeace. Alleghiamo sotto la Galleria di Federico Bevilacqua. Nello stesso giorno l’equipaggio della nave e gli attivisti di Greenpeace hanno espresso solidarietà per il processo che la Regione Veneto – Assessore Gianpaolo Bottacin – hanno istruito contro Peruffo per aver “sbugiardato” in diretta Radio RAI la stessa Regione sulla contaminazione del Po. Un dubbio di fiducia sull’operato della Regione da diventare reato penale, secondo l’Assessore all’Ambiente veneto. L’udienza è stata fissata per il 4 di luglio presso il Tribunale di Belluno (l’intero procedimento è stato poi rinviato a settembre 2022).

+++

Sia a Venezia che a Padova per la prima volta è stato illustrato il concetto di ZONA DI SACRIFICIO AD ALTO REDDITO, tema dell’articolo di PFAS.land pubblicato negli stessi giorni >> https://pfas.land/2022/05/19/19-maggio-2022-sacrifice-zone-ad-alto-reddito-diffidate-della-regione-veneto-aria-acqua-alimenti-e-bonifica-fuori-controllo-le-ultime-news-su-diffida-inquinamento-vicen/

//

28 luglio 2022

alberto_peruffo_CC

Antersass Casa Editrice
MONTECCHIO MAGGIORE – VI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...